CONCORDIA: PIOMBINO CONTRO PALERMO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CONCORDIA: PIOMBINO CONTRO PALERMO

Messaggio  ivanapi il Gio 08 Ago 2013, 14:00

“Concordia”, arriva
la lobby dei siciliani

Roma - «L’affidamento dello smantellamento della “Costa Concordia” allo stabilimento di Piombino anziché a quello Fincantieri di Palermo rappresenterebbe una decisione dispendiosa e ingiustificata. Per questa ragione ho inviato una lettera ai ministri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente, delle Infrastrutture, del Lavoro, della Coesione territoriale, oltre al presidente della Regione Siciliana e al sindaco di Palermo, per chiedere con fermezza che il capoluogo siciliano non sia escluso da un’importante occasione di rilancio».

Lo dice la senatrice Simona Vicari (Pdl), sottosegretario allo Sviluppo Economico: «Nessuno vuole privare il porto di Piombino dei finanziamenti per le opere di ammodernamento, ma questo non può avvenire ancora una volta penalizzando il Sud, la Sicilia e la città di Palermo, dotata delle strutture più idonee ad accogliere la Costa “Concordia”, e da tempo individuata, anche da Fincantieri, come sede per lo smantellamento. Infatti per Palermo - continua il sottosegretario - questa commessa rappresenta una grande opportunità di lavoro. Sono ben 200 gli operai attualmente in cassa integrazione nel sito Fincantieri di Palermo, è evidente che lo smantellamento serva a dare nuove risorse a questa struttura. Inoltre al di là dell’aspetto occupazionale il sito di Piombino, nonostante la sua posizione geografica favorevole, è caratterizzato da gravi carenze strutturali per rimediare alle quali servirebbero lavori di adeguamento e di ampliamento dell’infrastruttura di almeno tre anni, oltre ad un ingente investimento economico stimato in circa 300 milioni di euro. Invece il sito di Palermo, che ha i requisiti tecnico-strutturali-professionali idonei per ricevere in porto la “Concordia”, al massimo necessiterebbe di un investimento di 45 milioni di euro».

«Non consentiremo che venga messo a segno l’ennesimo scippo alla Sicilia» fanno eco a Vicari i deputati Pdl Garofalo, Misuraca, Bosco, Minardo, Gallo, Pagano, Gianmanco e Catanoso che ieri mattina hanno presentato una interpellanza alla Camera per chiedere ai ministri dello Sviluppo economico, dell’Economia e dell’Ambiente di fare chiarezza in merito al l’affidamento dei lavori di smantellamento della “Costa Concordia” al porto di Piombino.

«L’affidamento dello smantellamento della “Concordia” allo stabilimento di Piombino rappresenterebbe una illegittima e ingiustificata penalizzazione per il porto di Palermo indicato da Fincantieri come la sede più idonea a effettuare le operazioni necessarie, anche perché non ha bisogno di lavori di adeguamento a differenza di quello di Piombino nel quale sarebbe necessario adeguare le infrastrutture con un impiego di risorse pari a 300 milioni di euro. Né - continuano- tale scelta potrebbe essere giustificata dalla volontà di risarcire il danno causato alla Regione Toscana dall’incidente del gennaio 2012, che provocò il naufragio della nave e numerose vittime. Chiediamo quindi al governo di chiarire l’intera vicenda in tempi brevi e annunciamo che vigileremo perché si agisca con equilibrio e imparzialita indispensabili in considerazione della complessità e dell’importanza della vicenda dal punto di vista economico, finanziario e della tutela dell’ambiente».


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
ivanapi
Press Reporter
Press Reporter

Messaggi : 8729
Data d'iscrizione : 30.10.08
Località : civitanova marche

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum