STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Andare in basso

STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Messaggio  ivanapi il Lun 24 Feb 2014, 21:27

Marsiglia - Domani il consiglio d’amministrazione della Sncm discuterà e con tutta probabilità darà il via libera alla costruzione di quattro nuovi traghetti, già previsti dal piano industriale e considerati essenziali per il rilancio della compagnia francese.

Tra i cantieri che sono stati invitati a presentare un’offerta, oltre ovviamente alla Stx France di Saint Nazaire, c’è anche Fincantieri e il costruttore tedesco Flensburger Schiffbau-Gesellschaft (Fsg).

La prima unità - secondo quanto previsto dal piano industriale - dovrà essere consegnata tassativamente entro il 2016, anno in cui Sncm vuole disfarsi della “Napoleone Bonaparte”, unità che per quell’epoca avrà 20 anni di navigazione alle spalle e che è balzata agli onori delle cronache due anni fa, quando il vento a 60 nodi la piegò contro una banchina del porto di Marsiglia, provocando una falla sotto la linea d’acqua del diametro di 30 metri.

Ma il 2016 sarà per Saint Nazaire - cantiere rimasto a digiuno di commesse per 12 mesi - un anno eccezionale: per quella data Stx France dovrà consegnare la terza unità di classe Oasis per la compagnia di navigazione americana Royal Caribbean (la nave più grande del mondo in questo settore) e un traghetto a gas per i francesi di Brittany Ferries - tecnologia che viene sperimentata per la prima volta in un cantiere d’Oltralpe.

Progetti impegnativi, che richiedono un grosso sforzo in termini ingegneristici: le forze di Saint Nazaire sono già tutte impegnate lì, difficile pensare che nell’arco di due anni ci sia lo spazio per progettare e costruire anche un nuovo traghetto.

Inoltre, a seguito dell’accordo sindacale dell’11 febbraio, sembra in discesa la strada per le due nuove unità che gli italo-svizzeri di Msc vogliono costruire a Saint Nazaire, non prima del 2017, ma sulle quali i cantieri francesi sentono la concorrenza fortissima di Fincantieri, pronta a fare un prezzaccio pur di incassare la commessa della compagnia di Gian Luigi Aponte.

Anche in questo caso - benché le navi non saranno comunque realizzate prima del 2017 - sarà necessario un forte lavoro di progettazione, senza contare che le nuove condizioni economiche derivate dall’accordo sindacale (ma anche l’investimento sulla nuova gru a cavalletto in grado di sollevare carichi fino a 1.600 tonnellate) potrebbe stuzzicare Royal Caribbean a esercitare l’opzione per la quarta Oasis.

Per aggirare il problema, lo Stato francese (azionista al 33% di Stx France e al 25% di Sncm, senza contare la quota nella controllante Transdev, società fifty-fifty con Veolia dove l’Eliseo è presente attraverso la Cassa depositi e prestiti) potrebbe proporre la realizzazione della prima unità Sncm in Finlandia, presso il cantiere di Turku, controllato dalla società coreana Stx Europe, azionista di maggioranza di Stx France.

Questo permetterebbe una piccola compensazione per lo scippo (grazie proprio all’impegno finanziario dello Stato francese) della commessa per la terza Oasis - che in origine doveva andare in Finlandia - e rappresenterebbe una continuità con la storia: già nel 2007 la compagnia baltica Tallink, abitualmente cliente di Turku, commissionò un traghetto a Saint Nazaire.

Sul fronte Msc, a seguito dell’accordo sindacale sembra proprio che le navi andranno in Francia, nonostante almeno quattro anni di corteggiamento serrato da parte italiana (governo, cantieri, enti locali). È pur vero che ancora a metà di questo mese, tecnici della Msc hanno visitato il cantieri di Monfalcone, ma gli esperti del settore - anche alla luce del fatto che finora, preventivi tra i fornitori non girano, per queste commesse - ritengono che questa sia più che altro un’azione più tattica che pratica: un modo dell’armatore per spuntare ancora qualche sconto presso i francesi, terrorizzati all’idea di perdere il loro migliore cliente.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
ivanapi
Press Reporter
Press Reporter

Messaggi : 8729
Data d'iscrizione : 30.10.08
Località : civitanova marche

Tornare in alto Andare in basso

Re: STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Messaggio  Alessandra80 il Mer 26 Feb 2014, 09:02

STX si assicurerà la commessa visto il peso politico finanziario dello stato francese. Poco male se verrà costruita in Finlandio o in Francia, i francesi ci guadagneranno con il peso maggiore delle commesse MSC e Royal.

Alessandra80
Allievo Ufficiale
Allievo Ufficiale

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 31.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Messaggio  Alex83 il Mer 26 Feb 2014, 16:01

Sicuramente troveranno una soluzione per non perdere la commessa, visto che il periodo appena trascorso per STX non è stato certo dei migliori.
avatar
Alex83
Terzo Ufficiale
Terzo Ufficiale

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 19.01.11
Età : 34
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Messaggio  Giovanni il Mer 26 Feb 2014, 17:08

Prima poche, poi troppe, non sono mai contenti questi francesi  Laughing 
avatar
Giovanni
Galleria Fotografica
Galleria Fotografica

Messaggi : 725
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 35
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: STX FRANCE:TROPPE COMMESSE IN PISTA

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum