GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Messaggio  ivanapi il Lun 20 Gen 2014, 14:02

In un'intervista ad Affari & Finanza di Repubblica il manager racconta il passaggio da Costa ed Msc ed anticipa alcuni piani futuri di crescita per la compagnia

"Avevo voglia di una nuova esperienza, stimoli nuovi. Ero arrivato alla fine di un ciclo e mi pareva il momento giusto per accettare". Spiega così, Gianni Onorato, da qualche mese Ceo di Msc Crociere, la scelta di lasciare Costa dopo 27 anni di servizio. Il manager lo racconta ad Affari & Finanza di Repubblica in edicola oggi, ribadendo che pur avendogli dato ovviamente grande sofferenza, la vicenda della Concordia non ha inciso sulla decisione, "la mia avventura in Costa si sarebbe chiusa comunque". Onorato ribadisce il lancio del programma Rinascimento, con un investimento di 200 mln di euro, con l'allungamento di quattro navi "che alla fine ci darà 800 cabine in più, come una nuova nave", e spiega che ci sono in corso ipotesi di nuovi progetti insieme a Fincantieri, "con loro ma anche con i nostri storici partner di Stx. Non sarà una scelta immediata, tenuto conto che si tratterà di prototipo, ma già nei prossimi mesi prenderemo una decisione".
Intanto, secondo il manager Msc sta crescendo attraverso una presenza sempre più capillare sui mercati ed una crescita della capacità. "Abbiamo portato Divina a Miami, nei Caraibi, tutto l'anno. Avere una presenza negli Usa è obbligatorio per un'azienda globale. Nel 2015 porteremo Divina nel Nord Europa, ad Amburgo. Rafforzeremo anche il concetto del "fly and cruise", con crociere dai Caraibi, da Dubai e dalle Canarie".

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
ivanapi
Press Reporter
Press Reporter

Messaggi : 8729
Data d'iscrizione : 30.10.08
Località : civitanova marche

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Messaggio  Sonia75 il Lun 20 Gen 2014, 18:32

La nuova rotta di Onorato al timone di Msc Cruise “Usa, nuove navi e Fincantieri”

L’EX DG DI COSTA HA PRESO LA GUIDA DEL SETTORE CROCIERE DEL GRUPPO APONTE ED È IL PRIMO MANAGER ESTERNO ALLA FAMIGLIA A SALIRE AL VERTICE. L’AMICIZIA CON BONO, IL PROTOTIPO ALLO STUDIO. I PIANI SULLA FLOTTA E I RAPPORTI CON IL CARGO

Massimo Minella

Genova D al mare al lago, c’è una certa differenza. Ma d’altra parte, per uno che ha lasciato Costa ed è passato a Msc Crociere, i cambi di vita non sembrano essere un problema. Da fine agosto Gianni Onorato lavora nel quartier generale del colosso Msc, sede legale a Ginevra, palazzo di cristallo con vista sul lago, dopo ben 27 anni passati in Costa Crociere. Il patron del gruppo armatoriale, Gianluigi Aponte, lo ha chiamato alla guida operativa della compagnia che nell’arco di una dozzina d’anni ha scalato la graduatoria europea del business delle crociere. Nel 2013, infatti, Msc Crociere è cresciuta di altri 200mila passeggeri, da 1,4 milioni a 1,6, con un giro d’affari vicino al miliardo e mezzo di euro. E’ la flotta più giovane del mondo (5,6 anni la media), con il più alto numero di cabine con balcone e con tre classi di navi: Fantasia, sopra le 130mila tonnellate di stazza lorda, Musica, sotto le 96mila per passare da Venezia e Lirica, da 60mila. Ma già si sta pensando a una nuova nave, un prototipo che, secondo le intenzioni, sarà più grande di tutte le altre in larghezza, per offrire più spazio a bordo ai passeggeri. Per Onorato lo sbarco in Msc Crociere è una scelta che lui dice di aver compiuto rapidamente, perché «un ciclo stava finendo» ed era venuto il momento di «affrontare una nuova esperienza». Il 26 agosto è arrivato a Ginevra, in tempo per il primo giorno di scuola dei suoi quattro figli che, con la
moglie, lo hanno seguito nel suo nuovo incarico. E ora si racconta ad Affari & Finanzanella sua prima intervista dalla nomina a “ceo” di Msc Crociere. Da Costa a Msc: perché questa scelta? «Avevo voglia di una nuova esperienza, stimoli nuovi. Ero arrivato alla fine di un ciclo e mi pareva il momento giusto per accettare. Dall’86 al 2013 ho potuto assistere ai tre cicli di vita di Costa, che è una grande azienda: ho visto la Costa a gestione familiare, quella di Arison e di Foschi e quella di Thamm. In fondo, 27 anni in una sola azienda sono un’anomalia e quindi era giusto finire». Quanto ha inciso la tragedia della Concordia nella sua decisione? «La mia avventura in Costa si sarebbe chiusa comunque. Quanto a Concordia, è una cosa molto privata, che mi ha dato e mi dà grande sofferenza e che resterà dentro di me per tutta la vita. Ma so distinguere le vicende private da quelle professionali e quando mi è stata offerta questa opportunità ho deciso di accettare ». Lei è il primo manager “esterno” alla famiglia Aponte ad assumere incarichi di vertice nel gruppo. «È una riflessione che non avevo fatto, ma se è così la cosa mi lusinga. Questa è un’azienda molto strutturata e che ha avuto una crescita repentina. E quando si diventa grandi, forse è giusto che un contributo possa venire anche dall’esterno». A Ginevra ha sede anche il carico di Msc, il gruppo dà lavoro a 50 mila dipendenti con sedi in tutto il mondo. È complicato lavorare in Msc? «Per niente. Msc è un’azienda vivace e veloce, direi che lavorare qui è semplice, anche se si respira un’aria internazionale come avviene per un luogo che è crocevia di tanti incontri». Ma il fatto che cargo e passeggeri lavorino insieme crea problemi? «No, anzi, ci sono alcuni processi che io ho già rubato al cargo e ho portato sul cruise». Come sta crescendo Msc Cruise? «Attraverso una presenza sempre più capillare sui mercati e una crescita della capacità. Abbiamo portato Divina a Miami, nei Caraibi, tutto l’anno. Avere una presenza negli Usa è obbligatorio per un’azienda globale. Ci sono tutti, ci siamo anche noi. Nel 2015 porteremo Divina nel Nord Europa, ad Amburgo. Rafforzeremo anche il concetto di “fly and cruise”, con crociere dai Caraibi, da Dubai e dalle Canarie ». E la crescita della flotta? «Abbiamo lanciato il programma Rinascimento, investendo 200 milioni, con l’allungamento di quattro navi che alla fine ci darà 800 cabine in più, come una nuova nave». L’intervento sarà realizzato da Fincantieri e quello che si dice è che con il suo arrivo forse Fincantieri potrà anche costruire le nuove navi di Msc Crociere. «Sull’operazione Rinascimento io non ho fatto nulla, i rapporti con Fincantieri sono sempre stati aperti, si parlava prima ancora che arrivassi io. E’ vero però che ho tanti amici in quel gruppo, a cominciare da Giuseppe Bono. Posso dire che si stanno facendo delle ipotesi di nuovi progetti, con loro ma anche con i nostri storici partner di Stx. Non sarà una scelta immediata, tenuto conto che si tratterà di prototipo, ma già nei prossimi mesi prenderemo una decisione». Che tipo di nave sarà? «E’ difficile pensare a navi ancora più lunghe e più alte che avrebbero problemi di operatività nei porti. Si può invece pensare a una nave più larga, per far vivere meglio gli spazi a bordo e aumentare ancor di più lo standard qualitativo. Dipende da quello che i tecnici ci diranno».

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Sonia75
Terzo Ufficiale
Terzo Ufficiale

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 04.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Messaggio  masca1973 il Mar 21 Gen 2014, 07:55

Gianni Onorato è sicuramente un manager capace, farà sicuramente pensare la sia esperienza.

_________________
La crociera è una cosa che ci rende felici ...
avatar
masca1973
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 5108
Data d'iscrizione : 14.08.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Messaggio  Alex83 il Mar 21 Gen 2014, 16:49

Dopo l'incidente della Concordia, non avrebbe avuto un futuro in Costa.
avatar
Alex83
Terzo Ufficiale
Terzo Ufficiale

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 19.01.11
Età : 34
Località : Bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNI ONORATO:PERCHE' SONO PASSATO A MSC

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum